Inicio Rassegna Donna oggi a pagamento voglia di giovani

L’amore al tempo dei web. Ecco 8 siti per trovare l’anima gemella : provati per voi

Donna oggi a 573346

C resce il numero di uomini e donne che in vacanza cercano relazioni mordi-e-fuggi o l'amore. Ecco chi sono, dove vanno e quali sono le regole non scritte che segue chi parte per vivere avventure sessuali. Il turismo sessuale non è più solo maschile. Cresce il numero delle donne, di diverse fasce d'età, che accarezza l'idea di trovare l'amore o anche solo relazioni fugaci in vacanza. Si calcola che ogni anno siano circa mila le turiste del sesso, che abbandonano le mete tradizionali delle ferie a favore di luoghi sempre più esotici: tra i più gettonati ci sono Giamaica, Kenya, Santo Domingo, Cuba, ma anche l'Africa centrale e il Maghreb. Si tratta di un fenomeno diffuso in buona parte del mondo occidentale: sarebbero mila le turiste del sesso, 30 mila le italiane.

Non è fantastico? Anzi, è quasi la normalità. Una tendenza che ha ricevuto anche la benedizione della scienza, autenticazione che Harvard University e Università di Chicago hanno stabilito che i matrimoni nati da amori online sono addirittura più stabili di quelli di chi si è conosciuto in modo più tradizionale. Se pensate che il vostro grande amore debba per forza beni alcune caratteristiche, meglio restringere subito il campo. Inoltre, anche se la grosso dei grandi siti è aperta addirittura agli utenti omosessuali, grazie alla possibilità di cercare partner del proprio erotismo, sono pochi quelli pensati anche per i bisessuali o che consentono di selezionare un genere diverso da adulto e donna. Anche se puntate ai siti generalisti, prima di scegliere a quale iscriversi è bene chiedersi quanto si è disposti a investire, non solo in termini di tempo: più il servizio è sofisticato più è probabile che sia necessario pagare un abbonamento. Noi abbiamo deciso di avviarsi a vedere di persona, testando i pregi e i difetti di otto tra i portali più diffusi.

La crescita del lavoro femminile non sembra più essere sufficiente per invertire il trend dei matrimoni e delle nascite. Al contrario sembrano soprattutto i maschi tra i 25 e i 30 anni a desiderare una famiglia. Sono tra i risultati, in sorprendente controtendenza, della ricerca Giovani, famiglia e futuro attraverso la pandemi a San Paolo, che si propone di misurare come sia cambiata la voglia di far famiglia al tempo del Covid. Le sorprese infatti non mancano, a accingersi dal diverso atteggiamento tra ragazzi e ragazze. Il fattore età non è indifferente. Mentre tra chi ha inferiore di 30 anni la percentuale di chi vuole sposarsi è di approssimativamente il 70 per cento. E se si tratta di un lavoro a tempo indeterminato la percentuale di chi guarda favorevolmente alle nozze scende al 48,7. Secondo il dossier presentato ieri sembra vero proprio il contrario.